Scoprirsi mele intere

“Il concetto di ‘altra metà della mela‘ è, per certi aspetti, fuorviante. Fa parte del nostro linguaggio comune e tutti ne intuiscono il significato. In realtà non è la nostra ‘metà’ che dobbiamo cercare. Noi siamo già esseri completi. Non ci manca nulla. Dobbiamo assaporare e sperimentare il nostro essere perfetti ed esserne consapevoli. Pensare di essere la metà di qualcosa ci porta a vivere in uno stato di insicurezza e di infelicità. Siamo mele intere. Il nostro primo dovere se vogliamo davvero essere felici è trovare e riconoscere la nostra interezza. Solo allora potremo condividerla con un altro essere intero. E solo allora sarà Amore, perché non arriverà per soddisfare un bisogno o per riempire un vuoto, ma per la gioia di camminare insieme.”

(L’altra metà della mela, Celeste Castelli)

La prima parte del libro L’altra metà della mela offre spunti ed esercizi per capire chi siamo e per imparare a volerci bene.
Il primo vero passo verso una buona e sana relazione con un partner è avere una buona e  sana relazione con se stessi:
conoscersi, capirsi, coccolarsi, viziarsi a volte, trattarsi come se fossimo il nostro migliore amico;
ricordarsi che siamo la persona più importante della propria vita;
sapere di valere e di meritarsi la felicità;
sentirsi pieni di amore, attirare l’amore, saper ricevere l’amore.